Acrilico

L'acrilico, chiamato anche PMMA o plexiglas, sta diventando sempre più popolare nell'industria dei piercing, dato i molteplici vantaggi che offre a differenza, per esempio, dell'acciaio chirurgico che per lungo tempo è stato preferito nella produzione di gioielli.
È un materiale plastico e pertanto flessibile. Le barre di acrilico possono essere piegate fino a una certa misura e sono disponibili versioni che possono essere accorciate o allungate, a seconda delle esigenze di colui che indossa il piercing. Può essere utilizzato per piercing all'ombelico, alla lingua e al labbro.

Le varie applicazioni

L'acrilico viene utilizzato per diversi scopi. Noi offriamo, per esempio taper per la dilatazione in varie forme e colori, fabbricati con acrilico. Per la sola dilatazione, l'acrilico, il cui peso è inferiore rispetto a un prodotto fabbricato in metallo, è un buon materiale se si sceglie di sfoggiare un dilatatore come piercing.
Inoltre, i piercing all'ombelico, alla lingua e al labbro d'acrilico, sono indossati con grande piacere grazie, ancora una volta, al basso peso. In cambio, si deve sapere che i piercing all'ombelico non hanno le forme più ricercate in quanto raramente si possono trovare gioielli con pendenti in acrilico.
Riguardo ai piercing alla lingua e al labbro si suggerisce l'utilizzo di acrilico o, ancora meglio PTFE, in quanto sono materiali che non causano danni alla dentatura.
I diversi materiali possono essere combinati, per esempio si può optare per un piercing con una barra di metallo e le sfere in acrilico, nel caso di un piercing alla lingua. Queste sfere in acrilico possono essere comprate nel nostro shop e sono preferite rispetto alle sfere di metallo. Le sfere di metallo danneggiano i tuoi denti. Al contrario, quelle di acrilico sono danneggiate dai denti.

Svantaggi

Siccome l'acrilico è un materiale poroso, rispetto all'acciaio, è più facile da rompere. Avvitate, per esempio, una sfera di acrilico su una barra di metallo e potete essere certi che la sfera non cadrà, bisogna però prestare attenzione a non avvitare la sfera in modo esagerato al punto che la barra di metallo arrechi danni alla sfera. In altre parole, la barra romperebbe la sfera in due.
L'acrilico non tollera l'alcool e quindi non si possono utilizzare disinfettanti a base alcolica. Se il materiale viene esposto all'alcool, la superficie dell'oggetto cambia colore diventando opaca e infine si crepa.
L'acrilico non può essere messo in l'autoclave, siccome il materiale non può essere sottoposto a temperature di 80 °C per prolungati intervalli di tempo, perciò non dovrebbe essere utilizzato in parti del corpo in via di guarigione, ad alto rischio di infezione. Una volta che il sito del piercing è guarito, i piercing in acrilico possono essere utilizzati senza problemi, in quanto hanno il beneficio di non rilasciare nichel.
Un'altra ragione per la quale piercing in acrilico non possono essere utilizzati in siti in via di guarigione è che il materiale assorbe i liquidi corporei. Pertanto ti consigliamo di evitare l'acrilico per il tuo nuovo piercing.

L'acrilico e le allergie

Se soffri di allergia al nichel, considera l'idea di comprare e indossare un gioiello in acrilico per il tuo piercing, una volta che è guarito. È un materiale ipoallergenico, che può aiutare coloro che soffrono da allergia al nichel.

Bodymod.it consiglia

Per piercing in via di guarigione non consigliamo gioielli in acrilico. Pertanto raccomandiamo di seguire l'opinione del vostro piercer. Leggi eventualmente di più su quali materiali puoi utilizzare, qui: titanio, linea black, oro zirconia, PTFE e bioplastica.

Lascia un Commento