Dydoe

Informazioni sul piercing

Tempo di ricovero: 4 - 6 mesi
Diametro del filo: 1,6 mm
Lunghezza: Variabile
Dolore (1 - 10): 6

Stai iniziando a leggere un articolo contente informazioni riguardo a un piercing intimo chiamato dydoe. Questo è un particolare piercing dove molti non si accontentano di un solo foro e ne richiedono due.
Un dydoe è quindi spesso fatto con due aste e nel seguito dell'articolo scoprirai molti più dettagli riguardanti questo piercing.

Se desideri ricevere un dydoe, è preferibile che tu sia circonciso. Se non lo sei, dovresti considerare l'idea di farti fare un altro piercing o di trovare un vero professionista che ha molta esperienza e che potrebbe garantirti il successo del lavoro.
Se non sei circonciso e comunque desideri ricevere questo piercing è davvero importante che almeno la pelle del tuo prepuzio non sia d'intralcio per il gioiello, e per capire se è questo il caso devi chiedere il consiglio di un esperto che è in grado di decidere cos'è nel tuo caso.

Cos'è un dydoe?

Un dydoe è posizionato sul margine del glande del pene, più specificatamente sulla sua parte superiore dove la corona incontra l'asta. È in questa parte del pene che viene fatto un dydoe, che causa dolore ma anche piacere una volta guarito.

Un dydoe è un piercing che non viene sempre fatto una sola volta. Infatti molti preferiscono averne due posizionati alle estremità del glande, in modo da creare simmetria.
Quando il piercing viene fatto tutto attorno al glande del pene, viene anche chiamato piercing a corona, poiché decora la testa del pene.

Gioielli per un dydoe

Nel caso del dydoe viene utilizzato quasi sempre lo stesso tipo di gioiello. La scelta solitamente quindi cade su una barra curva con un diametro del filo di 1.6 mm.
Puoi usare anche un anello, ma le possibilità che il corpo lo rigetti aumentano, specialmente se scegli un gioiello ad anello per il tuo dydoe dall'inizio.

 

Inizialmente, le dimensioni dei gioielli saranno leggermente maggiori rispetto a quelle normali poiché si vuole lasciare spazio alla zona interessata dalla perforazione di gonfiarsi. I gioielli possono comunque essere cambiati dall'esperto circa tre settimane dopo che il piercing è stato fatto.

Ti consigliamo di lasciar fare al tuo esperto di fiducia lo scambio di gioielli, specialmente durante il periodo di guarigione, poiché potrebbe diventare un'operazione molto dolorosa se tentassi di farla tu. Ricorda di controllare anche se il cambio del gioiello è incluso nel prezzo del piercing stesso.

Vasta scelta di sfere

Con un dydoe hai la possibilità di scambiare le sfere alle estremità della barra. In questo modo puoi variare come vuoi il look del tuo piercing.
Sono importanti le dimensioni e i design delle sfere. Con sfere diverse si possono ottenere anche diverse piacevoli stimolazioni sessuali. C'è una vasta scelta di sfere con dimensioni e design diversi che possono essere sostituite a quelle vecchie senza dover rimuovere la barra. Trovi tutte le sfere che vendiamo su Bodymod.it qui.

Il sesso con un dydoe

Un piercing dydoe è uno dei più stimolanti piercing intimi soprattutto se viene scelto il gioiello giusto.

Poiché il dydoe è fatto principalmente da una o più barre curve, le sfere sono le parti più importanti quando si parla di stimolazione sessuale. Con sfere che hanno la forma giusta, tu e il tuo partner potete godere della migliore stimolazione intima.
Tu, da indossatore del piercing, riceverai piacere sessuale poiché vi è maggiore pressione e frizione sul glande data dal gioiello. Anche il tuo partner riceverà extra stimolazione data dalle sfere che possono essere molto piacevoli sul punto G femminile o sulla prostata maschile.

Nelle prime due settimane da quando hai ricevuto il piercing dovresti astenerti da ogni tipo di attività sessuale. Il tuo nuovo piercing necessità di tempo per guarire.

Durante il resto del processo di guarigione dovresti usare sempre il preservativo, anche se hai un partner abituale. Fare sesso non protetto, nel periodo di guarigione è un rischio inutile che porta ad infezioni, irritazioni e dolore.

Come prendersene cura?

Un dydoe deve essere sempre mantenuto pulito e bisogna prendersene cura seguendo i consigli dell'esperto che lo ha eseguito. È importante che tu segua i suoi consigli poiché è lui che garantisce la qualità del lavoro.

Nel caso ti sia dimenticato i consigli dell'esperto o desideri più dettagli, presto sul nostro sito sarà presente una guida gratuita su come prendersi cura dei piercing.

Lascia un Commento